copywriting persuasivo

Copywriting persuasivo: quando il copy converte? [+ Infografica]

Il copywriting persuasivo è una tecnica di scrittura che necessita di studio e di praticata e che ha un obiettivo ben preciso: vendere. Non è un caso se il copywriting è uno strumento fondamentale in una strategia di Web Marketing di successo ed è l’elemento che spesso fa la differenza. Il testo svolge un ruolo essenziale prima nell’attrarre l’attenzione del tuo potenziale cliente, poi per persuaderlo e per convicerlo a compiere un’azione determinata e specifica. Insomma, il copywriter è il professionista della scrittura che prende per mano il tuo (potenziale) cliente e lo conduce in un viaggio emozionante e suggestivo, capace di convincerlo a fidarsi di te e a fare qualcosa per te. Ecco la conversione.

Ma quand’è che il testo converte? Quando il copywriting è persuasivo? Qui ti suggerisco i 10 comandamenti da tenere bene a mente prima di buttar giù un testo che intende essere persuasivo.

Leggi anche:

 

Copywriting persuasivo: i 10 comandamenti di un testo che converte

Se è vero che il nostro cervello nota ed elabora le immagini con immediatezza e semplicità superiori a qualsiasi altro mezzo di comunicazione, è altrettanto vero che parole, punti, virgole, silenzi, sono preziose opportunità per persuadere il tuo cliente o il potenziale cliente e saperle sfruttare significa supportare con efficacia la strategia di Web Marketing, ottimizzare gli investimenti, promuovere il business. Ma, la domanda basilare è: quando il copy converte? Quando un testo è persuasivo?

#1. Il copywriting persuasivo crea legami

Il copywriting persuasivo tiene legato a sé il lettore. In che modo? Stabilendo con lui una relazione empatica, emozionale e sincera, una relazione che dura nel tempo, che è capace di conquistare il suo affetto e la sua fiducia. Creare legami è fondamentale per convincere, persuadere, fidelizzare.

#2. Il copywriting persuasivo narra

Per convincere a compiere un’azione il copywriting deve narrare una storia, un’avventura, un’esperienza. Deve condurre il lettore all’interno di questo racconto e farlo sentire protagonista e partecipe.

#3. Il copywriting persuasivo attrae l’attenzione

Il copywriting è persuasivo se riesce a catturare l’attenzione del lettore con immediatezza e velocità, a incuriosirlo e a convincerlo a donarti il suo tempo e la sua attenzione fin dalle prime battute.

#4. Il copywriting persuasivo si fa leggere

Questo è forse il comandamento basilare, quello a cui tutti gli altri riconducono. Per convincere a compiere un’azione, il copy deve esser capace di farsi leggere, deve trattenere il lettore, offrendogli continue emozioni, inediti spunti di riflessione, storie che ha voglia di conoscere. Il copywriting che si fa leggere conduce il lettore in un vortice di emozioni che non gli concedono respiro, fino al momento in cui deve compiere l’azione.

#5. Il copywriting persuasivo conduce per mano

Non lasciare tregua al lettore non significa di certo asfissiarlo, bensì condurlo per mano in un viaggio che lui stesso ha voglia, desiderio e interesse di vivere. Fino alla fine.

 

Copywriting persuasivo

#6. Il copywriting persuasivo si rende riconoscibile

Il copywriting persuade quando riesce a raccontare di quel brand (e solo di quel brand) in modo distintivo e unico, con uno stile riconoscibile e distinguibile, che ha carattere e che sa farsi ricordare.

#7. Il copywriting persuasivo è creativo

Il copywriting persuasivo è tecnica ma è anche creatività. Che non vuol dire scrivere sopra le righe pur di lasciare il segno. Vuol dire sfruttare la capacità creativa del copy e adattarla alla specifica situazione, al determinato brand e all’obiettivo che intende raggiungere, così da attrarre l’attenzione e stimolare la curiosità. Senza eccessi.

#8. Il copywriting persuasivo supporta le immagini

Copy e immagini sono come fratello e sorella: affinché la persuasione sia efficace e la strategia di Web Marketing converta è necessario che danzino a braccetto tra i vicoli della mente. Testo e immagini devono supportarsi a vicenda e devono farlo sia visivamente, sia stilisticamente sia nel contenuto che comunicano.

#9. Il copywriting persuasivo suggestiona

Lontano dall’accezione negativa a cui spesso si fa riferimento, il copywriting che suggestiona è quel copy che regala spunti di riflessione, emozioni e sensazioni che inducono il lettore a meditare, a pensare, a vivere emozioni, ad agire.

#10. Il copywriting persuasivo specifica

Vuoi che il tuo copywriting convinca a compiere un’azione? Bene, deve essere specifico e dettagliato: deve spiegare le ragioni in modo puntuale, deve essere ricco di informazioni e deve farlo senza mai perdere di vista le emozioni.

 

 

Hai bisogno di professionisti a cui affidare la tua Brand Reputation? Desideri informazioni? Vuoi un preventivo?

 

Siamo qui per te. Contattaci!

Ludovica De Luca
Ludovica De Luca
Capello riccio un po’ selvaggio, nata con in mano una biro da battaglia più che con un’elegante stilo. Amo colorare con le parole vuoti spazi bianchi.
Write a Comment