Tecniche di marketing e-commerce pre-natalizie

Tecniche di marketing e-commerce pre-natalizie

Diciamoci la verità.

La stagione delle feste è un incubo, soprattutto per i commercianti. Sotto Natale il mondo, nello specifico quello di negozi, supermercati, outlet e affini, si trasforma nella più cruenta puntata di The Walking Dead.

Negozi super affollati in cui clienti schiumanti si agitano alla ricerca del regalo dell’ultimo minuto, vagando senza logica apparente fra scaffali depredati. Giovani, ingenui commessi alla prima esperienza raggomitolati in un angolo che oscillano nel loro crollo nervoso in attesa che passi il 24 Dicembre. Lotte senza esclusioni di colpi per quell’unica Barbie Veterinaria rimasta. Pianti, grida, distruzione, sciacallaggio.

Ok, forse (e dico forse) ho esagerato ma questo non toglie che è un momento davvero favorevole per l’e-commerce, rifugio sicuro, caldo e rilassato del cliente in ansia pre-natalizia. È certo che l’e-commerce sta fiorendo, e non parlo solo di colossi come Amazon o eBay. Ormai è sempre più comune rivolgersi al web per i propri acquisti e questo porta con sè un’importante e ostica necessità: risaltare in un settore che sta diventando sempre più competitivo.

Ecco quindi 6 consigli per brillare di luce propria nella giugla cybernetica degli acquisti online, come un faro nella notte più buia che guida al consumo.

  1. Guida all’acquisto: il regalo perfetto fai da te (con un piccolo aiuto)

Vi sarà sicuramente capitato di perdervi nell’immensa scelta che gli scaffali propongono, divisi fra il vostro budget che si assottiglia e la ricerca dell’utopico regalo perfetto. Bene, semplifichiamo le cose! Una delle regole fondamentali della comunicazione è less is more, meno è meglio, precetto assolutamente applicabile anche in questa situazione. Sveltite il procedimento di scelta per il vostro cliente creando liste tematiche in cui possa trovare la giusta opzione: regali per lui o per lei, per gli appassionati di calcio o di quidditch, per i binge watcher, per i maniaci del cibo, per i maniaci e basta. Fatevi ispirare!

  1. Grafica natalizia come se non ci fosse un domani

Che siate dei fanatici del Natale o i più subdoli Grinch, dovete arrendervi a questo semplice fatto: la grafica del vostro sito deve rispecchiare il periodo dell’anno, specialmente se questo periodo è quello natalizio. Create un ambiente virtuale confortevole e gioioso, l’equivalente di un salotto decorato dalle mille luci di un albero sontuoso (e ovviamente non manca un caminetto acceso). Il rosso e l’oro la devono fare da padroni. Oppure, lasciatevi guidare dall’istinto: dove vorreste passare la Viglia di Natale?

  1. Gift Card ovvero la manna dal cielo per procrastinatori e indecisi

Chi non ama una deliziosa Gift Card? Risolutrice di assillanti dubbi amletici, salvatrice dell’ultimo minuto, detentrice del potere del “scegli-tu-il-tuo-regalo-e-a-posto-così”. Le Gift Card sono una valida alternativa già largamente utilizzata sia nel commercio fisico che in quello online. Cosa saggia è dunque offrire questa opzione ai vostri clienti, magari infiocchettata nella grafica natalizia di cui sopra.

  1. Promozioni, promozioni ovunque

Certo, il Natale è il periodo delle spese pazze, il periodo in cui essere più buoni è direttamente proporzionale con la quantità di regali che riusciamo ad accumulare sotto l’Albero. È il periodo in cui il portafogli si svuota a ritmo sostenuto. Proprio per questo è sempre bene accetta una sana promozione natalizia. Che siano sconti, consegne gratuite, 3×2 o altri tipi di operazioni aritmetiche andare incontro ai vostri clienti sicuramente vi farà guadagnare la lealtà di consumatori che si ricorderanno di voi in futuro. Un piccolo gesto per voi, un grande gesto per la clientela.

  1. Siamo tutti (un pò) più buoni

Come menzionato al punto precedente, il Natale è il momento in cui, volenti o nolenti, tiriamo fuori il nostro animo pacioccone e diventiamo (almeno un pò) più buoni, pensando più agli altri che a noi stessi. Certo, i regali ci mandano sempre in visibilio ma anche sapere di aver fatto del bene disinteressato è una grande gratificazione. Sostenere quindi una campagna di beneficenza attraverso il vostro store online potrebbe dimostrarsi la scelta giusta: ne guadagnereste in buona reputazione e sia voi che i vostri clienti potrete beneficiare dell’aver fatto qualcosa di buono per gli altri. Scegliete dunque la vostra causa e sostenetela! È una vittoria per tutti.

  1. Server pronti a tutto (anche su mobile)

Va bene la creatività, va bene l’ispirazione, va bene la customer experience ma tutto questo è inutile se il vostro sito crasha sul più bello, proprio quando Mario ha finalmente trovato il regalo perfetto dopo ore di browsing senza sosta, gli occhi rossi per le troppe ore davanti allo schermo (o per il pianto), sull’orlo di una crisi epilettica. Preparatevi quindi a sostenere il traffico aggiuntivo portato dalla frenesia natalizia testando i vostri server e la velocità di navigazione. Fatelo per Mario. E non dimenticatevi il mobile! Grande parte dello shopping online oggi parte dal palmo della propria mano, soprattutto se il vostro target sono i fantomatici ed elusivi Millennials.

 

Spero che questa lista, per quanto elementare, possa esservi d’aiuto, dandovi magari qualche spunto interessante. L’importante , in fondo, è tenere a mente una cosa: per quanto apocalittico possa averlo dipinto il Natale è un periodo meraviglioso che tutti (sì, anche i vostri clienti) vivono con gioia e attesa. C’è voglia di fare del bene, di stare insieme, di migliorarsi. Quindi forse il consiglio più importante di tutti è questo: trattate i vostri clienti come se fossero famiglia, donandogli qualche piccola attenzione in più. Non potranno che esservene grati.

Per quanto mi riguarda, aspetto solo il momento in cui sia socialmente accettabile cominciare a decorare casa.

Ma i babbi natale sui balconi no, quelli no.

Michela Marocco
Michela Marocco

Adoro le storie, mi piacere fruirle e raccontarle per questo cerco di farcire di narrazione qualunque cosa, sul lavoro e non solo. Mi occupo di social media e comunicazione, ritagliandomi sempre un pò di tempo per il cinema e la lettura.

Lascia un commento