10 tecniche di Copywriting persuasivo per vendere

10 tecniche di Copywriting persuasivo per vendere

Hai mai pensato alla scrittura come ad una strategia di vendita? Nel settore si parla, nello specifico, di copywriting persuasivo, che consiste nell’ottimizzare i testi di un messaggio pubblicitario orientandoli alla conversione, quindi al compimento di un’azione da parte del destinatario della comunicazione. L’azione è determinata, di volta in volta, dagli obiettivi specifici del brand, delle strategie di marketing e della strategia di comunicazione in generale, pianificata e attuata poi in singole azioni.

Ma che ruolo ricopre la scrittura, o meglio il copywriting persuasivo, in tutto questo? Scrivere un testo, un messaggio pubblicitario, una scheda prodotto di un e-commerce, i testi di un sito web, le descrizioni che accompagnano le condivisioni sui social in modo strategico e professionale può davvero fare la differenza. L’impiego delle parole giuste, ovvero quelle più adatte per raggiungere lo specifico target di riferimento, toccare le sue corde più intime e profonde, ti permette di:

  • attrarre le persone,
  • indurre all’ascolto attento e selettivo,
  • emozionare e coinvolgere,
  • affezionare,
  • in definitiva, indurre all’azione (che può essere la vendita diretta, l’iscrizione alla newsletter, l’invito a visitare il tuo negozio fisico, e via dicendo).

Leggi anche: Copywriting persuasivo: quando il copy converte? [+ Infografica].

Come scrivere un testo che converte? Quali tecniche utilizzare? Quali accorgimenti?

 

 

10 tecniche per un copywriting persuasivo

Il copywriting persuasivo è un copywriting che sfrutta determinate e precise tecniche di comunicazione per poter raggiungere l’obiettivo per cui è pensato. Di seguito te ne suggerisco 10:

 

#1. Il copywriting persuasivo risveglia il bisogno

Un testo che vuole convincere a compiere un’azione deve risvegliare il bisogno del lettore. Le parole devono ricordare un problema specifico e ben preciso e devono trasmettere la necessità di trovare una soluzione efficace e immediata. Il punto di forza? Riuscire a parlare del problema in modo chiaro e dettagliato, anche quando il testo deve essere breve e coinciso.

 

#2. Il copywriting persuasivo offre una soluzione immediata

Dopo aver ricordato il problema e averlo espresso con chiarezza e precisione, il copywriting persuasivo offre la soluzione migliore per risolverlo e lo fa con immediatezza e puntualità, senza giri di parole né dubbi. Il copywriting persuasivo dice tu hai questo problema da risolvere ed io ti offro la miglior soluzione.

 

#3. Il copywriting persuasivo trasmettere urgenza. Ma non ansia

Il copywriting è persuasivo quando riesce a trasmettere e a comunicare il senso di urgenza nella soddisfazione del problema di cui sta parlando. Le parole devono dire con chiarezza che la sua risoluzione necessita di tempi rapidi e di soluzioni immediate e che il brand in questione è lì pronto a giungere in soccorso del lettore e delle sue difficoltà. Ma attenzione, però, perché se è giusto e prezioso riuscire a trasmettere il senso di urgenza, è altrettanto importante non comunicare un eccessivo senso di ansia poiché potrebbe spaventare il lettore e sortire l’effetto contrario: immobilizzarlo o farlo scappare, piuttosto che indurlo all’azione.

 

#4. Il copywriting persuasivo comunica la USP del prodotto/servizio

USP è l’acronimo di Unique Selling Proposition, l’espressione coniata da Rosser Rives che indica la proposta unica di vendita, ovvero il valore aggiunto e distintivo che quel prodotto o servizio offre ai suoi potenziali clienti. La USP deve comunicare l’utilità concreta e reale dell’offerta e cosa la rende unica rispetto ai competitors. Quale beneficio peculiare e speciale il prodotto o servizio di cui stai parlando può offrire ai lettori? Il copywriting persuasivo prima lo individua e poi lo comunica con  chiarezza e incisività.

 

#5. Parola d’ordine? Concretezza

Il copywriting persuasivo emozione e suggestiona, trasporta il lettore in mete lontane e fantastiche ma, allo stesso tempo, deve riuscire a trasmettere concretezza tramite le parole. Cosa vuol dire concretezza? Parlare di cosa realmente il prodotto o il servizio può fare per risolvere il problema, del modo in cui intende farlo, del risultato che ci si può attendere, del lasso temporale entro cui si può godere di un’offerta, del vantaggio effettivo di cui si può beneficiare. Ecco, la concretezza è la misura delle parole, poiché trasporta il messaggio scritto sul piano della realtà e, così, convince all’azione.

 

#6. Il potere di dati, numeri e liste puntate

Può un copywriting persuasivo essere suggestivo e, al tempo stesso, fare affidamento a numeri, dati e liste puntate? Sì che può e deve farlo, per due ragioni principali:

  • i numeri, i dati e liste puntate hanno un forte potere attrattivo nei confronti del lettore;
  • i numeri, i dati e le liste puntate conferiscono concretezza e realtà al messaggio, convincendo il lettore a fidarsi delle parole.

 

#7. Tutto comincia dall’headline

Senza un titolo accattivante, coinvolgente, emozionante e attraente, il tuo testo non riceverà mai l’attenzione che merita. Nel copywriting persuasivo tutto comincia dal titolo, poiché è il primo elemento che il lettore prende in considerazione per decidere se dedicarti la sua attenzione e il suo tempo, risorse oggi sempre più scarse e preziose. L’headline è l’elemento di selezione primario, per questo deve necessariamente custodire in sé caratteristiche ben precise:

  • deve essere attraente;
  • deve essere originale e mai banale;
  • deve essere emozionante;
  • deve essere concreto;
  • deve essere preciso;
  • deve contenere una promessa, la medesima di cui parlerà (e necessariamente) il testo successivo.

 

#8. Il copywriting persuasivo trasmette serenità e fiducia

Dopo aver esposto il problema, comunicato il senso di urgenza e la necessità di risolverlo, il copywriting persuasivo trasmette positive sensazioni di serenità e di fiducia. In che modo? Rassicura il lettore sulla possibilità di risolvere le sue esigenze con efficacia e a suo vantaggio. Questa tecnica è fondamentale per porre il lettore in posizione favorevole all’ascolto e per predisporlo all’azione.

 

#9. Il copywriting persuasivo comunica l’azione

Come può un testo essere persuasivo se non comunica con immediatezza e chiarezza l’azione concreta che il lettore deve compiere? Le CTA, Call To Action, sono un prezioso strumento di copywriting persuasivo, una risorsa irrinunciabile poiché invitano il lettore a compiere l’azione che si desidera. Come devono essere le CTA per risultare efficaci?

  • La prima parola che contengono deve essere un verbo,
  • devono essere brevi e coincise,
  • devono essere chiare e dirette.

Nessuna perdita di tempo, nessun giro di parole, nessun dubbio, dunque.

 

#10. Il copywriting persuasivo offre una visione del mondo

Una tecnica preziosa di copywriting persuasivo consiste nell’offrire al lettore una visione del mondo, la medesima in cui lui si ritroverà, sentendosi compreso e a suo agio. Ma il copywriting persuasivo fa ancora qualcosa di più: ispira il lettore. Raccontandogli la realtà, scova per lui soluzioni vantaggiose ed efficaci, gli propone idee a cui non aveva pensato, escogita con l’obiettivo di migliorare la sua vita e la sua quotidianità.

 

 

 

Hai bisogno di professionisti che ti aiutino a sviluppare e consolidare il tuo business? Desideri informazioni? Vuoi un preventivo?

 

Siamo qui per te. Contattaci!




Ludovica De Luca
Ludovica De Luca
Capello riccio un po’ selvaggio, nata con in mano una biro da battaglia più che con un’elegante stilo. Amo colorare con le parole vuoti spazi bianchi.
2 comments
  1. Bravissima, Ludovica, ottimi spunti!

    Rispondi
    1. Ludovica De Luca

      Ciao Antonio,
      grazie mille! 🙂
      Qual è, secondo te, il suggerimento irrinunciabile?

      Rispondi
Write a Comment

Shares