Graphic Design: 5 Princìpi e 7 elementi indispensabili (anche) per il Web Design [Mini-Guida]

Graphic Design: 5 Princìpi e 7 elementi indispensabili (anche) per il Web Design [Mini-Guida]

Realizzare un sito web professionale e in grado di convertire, ovvero di raggiungere l’obiettivo per cui è stato pensato e per cui sono stati investiti budget, risorse e tempo, richiede un progetto di Web Design strategicamente definito e attentamente studiato. Il progetto di Web Design è un documento strategico, appunto, che mira a progettare il percorso di navigazione e l’esperienza che l’utente vivrà sul sito web al fine di attrarlo, coinvolgerlo, intrattenerlo e indurlo a compiere un’azione. Il progetto di Web Design si compone di 6 fasi:

  1. Business Analysis;
  2. Marketing Strategy;
  3. Definizione del modello concettuale, strutturale e comportamentale;
  4. Design;
  5. Costruzione del sito web;
  6. Test e messa online.

Per approfondire quest’argomento, ti consiglio di leggere il post: Web Design: le 6 fasi per realizzare un sito web di successo.

Insomma, sebbene il Design non sia il solo elemento indispensabile per realizzare un sito web performante e capace di convertire, è un ingrediente fondamentale, perché pianifica e determina gli elementi visivi e quelli testuali, gli strumenti di navigazione e la loro disposizione nella pagina internet. Il Web Designer, quindi, tra le altre competenze, deve conoscere molto bene anche la grafica, i suoi principi ed elementi, così da poterli applicare allo strumento-Web. Ecco perché il Graphic Design riveste un ruolo preminente anche nella realizzazione e nella riuscita del tuo sito web.

 

I 5 princìpi del Graphic Design

I princìpi del Graphic Design sono dei valori guida, dei presupposti basilari che aiutano a decidere il tipo, la composizione e la disposizione degli oggetti di un progetto grafico. Ecco i 5 princìpi del Graphic Design:

#1. Equilibrio

L’equilibrio è il bilanciamento degli oggetti all’interno della composizione grafica e attiene al loro peso specifico e alla loro disposizione al suo interno. L’equilibrio può essere:

  • simmetrico, noto anche come equilibrio formale, e si verifica quando gli elementi grafici sono equamente distribuiti attorno a un asse centrale, che può essere verticale oppure orizzontale;
  • asimmetrico, noto anche come equilibrio informale, e si verifica quando gli oggetti grafici non sono equamente distribuiti attorno ad un’asse ma nella composizione vi sono oggetti di diverse dimensioni che si bilanciano l’un l’altro.

#2. Proporzione

La proporzione degli elementi è molto importante per determinare il peso e l’importanza del singolo elemento e l’equilibrio complessivo della composizione. Gli elementi grafici più grandi paiono assumere un ruolo rilevante rispetto a queli più piccoli e attirano immediatamente l’attenzione dell’utente.

#3. Ritmo

Il ritmo definisce il movimento che avrà la composizione grafica e attiene alla ripetizione o all’alternanza degli elementi grafici. Nel Graphic Design il ritmo può essere:

  • regolare, quando gli intervalli tra i singoli elementi grafici e, in molti casi, anche gli stessi elementi sono simili per dimensioni e lunghezze;
  • progressivo, quando gli elementi subiscono visivamente una progressione, appunto, in una serie di passaggi analoghi;
  • fluente, quando gli elementi hanno forme analoghe e trasmettono un senso di movimento.

#4. Dominanza

La dominanza si riferisce al peso che ogni singolo elemento visivo avrà all’interno della composizione, determinando quali elementi attrarranno per primi l’occhio e l’attenzione dell’utente e determinando anche il rapporto tra questi elementi, lo spazio e la prospettiva. La dominanza può essere di 3 tipi:

  • dominante, quando l’elemento più importante della composizione assume un ruolo centrale e viene rappresentato in primo piano;
  • sub-dominante, quando un elemento grafico assume un’importanza secondaria nel complesso visivo;
  • subordinata, quando l’elemento grafico è il meno rilevante ed è perciò posto sullo sfondo della composizione.

#5. Unità

L’unità descrive il rapporto che intercorre tra i singoli elementi e il tutto della composizione grafica e serve a conferire alla figura un senso di interezza oppure di rottura e varietà al disegno.

Dall’utilizzo sapiente di questi princìpi nascono progetti di Web Design orientati al raggiungimento dello specifico obiettivo che il sito web deve raggiungere.

 

I 7 elementi chiave del Graphic Design

Definiti i valori guida, chiariamo ora quali sono gli elementi fondamentali su cui lavora il Graphic Design e quindi anche il Web Design:

#1. Colore

Saper utilizzare il colore è uno degli aspetti più importanti e forse anche più complessi del Graphic Design poiché il colore è fondamentale per conquistare l’occhio dell’utente, per rendere agevole la navigazione e gradevole l’esperienza che vivrà all’interno del sito web. Al contrario, uno scorretto uso del colore potrebbe allontanare l’utente dal tuo sito internet. Nel definire e nello scegliere i colori adatti per il sito web, occorre tener presente di molti elementi.

Uno strumento guida fondamentale è la ruota dei colori, ideata da Sir Isaac Newton nel 1666 e importante per capire come i colori si relazionano tra di loro. In generale, le armonie o accordi di colore sono quell’insieme di colori che si caratterizzano per un rapporto gradevole tra di loro e,n ella ruota del colore, solitamente appaiono l’uno di fronte all’altro (i colori complementari) o l’uno di fianco all’altro (i colori analoghi). La ruota dei colori si compone di:

  • colori primari, ovvero il rosso, il giallo e il blu;
  • colori secondari, che si ottengono mischiando tra loro due colori primari e sono verde, arancio e viola;
  • colori terziari, che si ottengono mischiando colori primari e colori secondari tra loro: rosso violaceo, verde giallognolo, viola bluastro, giallo arancio, blu verdastro e rosso aranciato.

Graphic Design: 5 Princìpi e 7 elementi indispensabili (anche) per il Web Design [Mini-Guida]

Altri indispensabili elementi del colore da tener presente nel Graphic Design e quindi anche nel Web Design sono:

  • la tonalità del colore, ovvero il modo in cui l’occhio umano percepisce il colore e si riferisce a quell’univoca lunghezza d’onda che il colore assume all’interno dello spettro ottico della luce (es. rosso, blu, giallo, ecc.);
  • la luminosità del colore, ovvero la quantità di bianco e di nero presente nel colore;
  • la saturazione, ovvero la purezza, l’intensità del colore;
  • i colori caldi, che suggeriscono calore e paiono avvicinarsi all’utente oppure i colori freddi, che suggeriscono distacco e paiono allontanarsi dall’utente;
  • la psicologia del colore, poiché ogni colore ha un suo significato specifico e suscita determinate emozioni specifiche, che variano anche a seconda della cultura a cui l’utente appartiene.

Leggi anche: Pantone: il colore del 2017 è il Greenery.

#2. Le linee

Le linee di una composizione grafica sono importantissimi elementi per definire il carattere del design e le emozioni che susciterà. Le linee conferiscono movimento oppure calma, possono trasmettere enfasi ed emozione, possono creare ritmo.

Un aspetto fondamentale per un Graphic Designer è progettare e definire la linea di movimento della composizione grafica in una fase preliminare, perché questo aiuta a definire l’architettura del progetto e il movimento che visivamente assumerà la composizione.

#3. Le forme

Quando realizzi un progetto di Graphic Design devi considerare sia le forme che volutamente progetti e disegni (si parla di forme positive) sia quelle che si creano in modo quasi spontaneo attorno alle figure che includi (si parla di forme negative). Le forme, inoltre, possono essere geometriche oppure organiche. Le forme geometriche sono quelle definite confini e porzioni di spazio perfette, bene definite (pensa a un cerchio, a un triangolo o a qualsiasi altra figura geometrica); le forme organiche sono prive di contorni così ben definiti e seguono flussi più liberi e sinuosi.

#4. L’allineamento

L’allineamento è il modo in cui gli elementi testuali e quelli grafici di un sito web seguono la disposizione attorno ad un’asse immaginaria che può essere centrale oppure posizionata lungo i bordi della pagina web. L’allineamento è molto importante per costruire una composizione che sia ordinata ed equilibrata, che non generi confusione nell’utente e che sia facilmente comprensibile.

#5. Lo spazio

Lo spazio è definito dalle aree vuote tra gli elementi testuali e grafici della pagina web e assume un ruolo centrale perché quel che apparentemente non si include nel progetto grafico ha la medesima importanza di quel che invece si manifesta visivamente. Lo spazio, infatti, aiuta a definire l’organizzazione degli elementi grafici e testuali della pagina web, a creare della pause, a orientare il navigatore, a definire il percorso di navigazione che dovrà seguire.

#6. Il contrasto

Il contrasto è una tecnica molto utile per attrarre l’attenzione del navigatore su particolari elementi e gioca con il rapporto tra i contrasti, appunto: grande/piccolo; luce/buio; colore/bianco e nero e via dicendo. Il contrasto, inoltre, aiuta a dare movimento e vivacità alle pagine web, così da non annoiare l’utente e da tenerne sempre sveglia la curiosità.

#7. La grandezza o scala

La scala indica la grandezza diversa e il rapporto di gradualità tra i differenti elementi grafici e testuali di un sito web. La grandezza degli elementi è un aspetto fondamentale per attrarre l’attenzione dell’utente su di un punto specifico, per evidenziare le aree di importanza, per definire un punto focale e per dare uniformità oppure contrasto alla composizione della pagina web, a seconda dell’obiettivo che si vuole raggiungere.

 

Ti va di fare una cosa per noi?

Hai trovato interessante la nostra mini-guida al Graphic Design e, in parte, quindi anche al Web Design? Bene, ora ti va di fare una cosa per noi? Raccontaci la tua esperienza nei commenti, scrivici le tue domande e poi condividi il post! 🙂

Maria Butsko
Maria Butsko

Macchinetta fotografica alla mano, mi immergo nelle suggestioni del mondo e le custodisco in uno scatto. È con lo stesso intimo spirito di osservazione che preservo le necessità dei clienti e le esigenze del team. Con oculata precisione, gestisco i progetti e le eventuali criticità. Il fine? Ottenere sempre il meglio.

Lascia un commento