Sito e-commerce: gli elementi di successo per aumentare le vendite

Un brand che vuole consolidare o aumentare il suo fatturato deve oggi essere ben consapevole di quanto le sue strategie commerciali, di marketing e di comunicazione non possono più prescindere dal Web. E’ qui che ormai formiamo le nostre opinioni, ci informiamo, ci documentiamo, ci confrontiamo, leggiamo, ascoltiamo, poniamo domande, formiamo le nostre decisioni di acquisto e, sempre più spesso, facciamo shopping. Pensa un attimo al tuo stesso comportamento. Cosa fai prima di acquistare in un negozio fisico? Cerchi notizie in Rete riguardo a un brand oppure riguardo al prodotto o servizio di cui abbiamo bisogno, leggi le opinioni di chi ha già avuto esperienze in merito, cerchi di capire chi e cosa è più capace di soddisfare le nostre esigenze. E di frequente questa ricerca avviene proprio nel momento stesso in cui siamo nel negozio fisico e dobbiamo decidere se e cosa acquistare. Sempre più spesso poi il nostro shopping si affida ai tanti e-commerce che popolano la Rete, negozi virtuali in cui possiamo trovare davvero di tutto, soddisfare le nostre esigenze, sorprendere i nostri gusti.

Insomma, il campo da gioco in cui protagoniste sono la brand reputation e le vendite oggi è la Rete. E nessun brand può più ignorarlo. Piuttosto, la strategia giusta per incoraggiare le vendite e aumentare il tuo fatturato può essere quella di aprire un sito e-commerce in cui promuovere e vendere la tua offerta. Certo è, però, che gestire un e-commerce non è affatto semplice e per avere sucecsso necessita di:

  • investimento,
  • organizzazione,
  • pianificazione,
  • strategia.

Se non sai come gestire le tue spedizioni, puoi aprire un e-commerce? Se non vuoi investire in strategie di Web Marketing, credi che il tuo e-commerce avrà successo? Se non puoi contare su una solida strategia commerciale che definisca cosa e come vendere nell’e-commerce, se differenziare la vendita dai negozi fisici e in che modo, a chi rivolgerti e come raggiungere i tuoi potenziali clienti, come organizzare il servizio di vendita e quello di post-vendita, che senso ha aprire un e-commerce e sperare di far crescere il tuo fatturato?

Insomma, non tutti gli e-commerce hanno successo. Inutile negarlo. Ma quali requisiti deve avere necessariamente il tuo e-commerce affinché possa incentivare gli utenti all’acquisto? Di quali strategie, tattiche, accorgimenti tecnici non può e non deve fare a meno?

#1. L’e-commerce deve immediatamente presentarsi come affidabile

L’affidabilità di un e-commerce si costruisce in diversi modi, che devono convivere con l’obiettivo comune di conferire rispettabilità e fiducia al tuo brand e al tuo e-commerce:

  • la pagina Chi siamo e la pagina Contatti devono essere costruite strategicamente, scritte e disegnate in modo tale da attrarre l’attenzione e da coinvolgere l’utente e devono offrirgli tutte le informazioni di cui necessita, così che possa sentirsi rassicurato;
  • invoglia gli utenti che hanno già acquistato a inviarti un feedback e a scrivere la loro recensione. Questo non solo ti servirà per capire cosa migliorare del tuo e-commerce e della tua offerta ma ti sarà d’aiuto anche perché è motivo di affidabilità: tendiamo a fidarci di quel che dicono le persone che hanno già vissuto esperienze simili alla nostra e che esprimono la loro opinione disinteressata;
  • attiva e promuovi il passaparola online, per lo stesso motivo di cui ti ho appena parlato e perché è alla base del meccanismo della riprova sociale, secondo cui siamo portati ad acquistare i prodotti che hanno anche i nostri amici, parenti o conoscenti perché vogliamo sentirci parte integrante della società e del nostro gruppo di riferimento.

#2. L’e-commerce deve descrivere nel dettaglio l’offerta

L’e-commerce ha un limite: l’assenza di contatto fisico con il prodotto. I tuoi clienti non possono osservarlo da vicino, non posso toccarlo o indossarlo, devono solo fidarsi del loro intuito, delle immagini che vedono e delle tue descrizioni. Ecco perché è fondamentale che le descrizioni di un e-commerce siano vere e reali e che siano doviziose di dettagli, di particolari e di notizie. Quante più informazioni includi nelle tue schede prodotto, tanto più i tuoi utenti si sentiranno rassicurati e saranno propensi all’acquisto.

Leggi anche: E-commerce: come scrivere una descrizione di prodotto efficace.

#3. Il sito e-commerce deve essere veloce

La velocità del tuo e-commerce concerne due aspetti:

  • la performance del tuo sito web: se l’e-commerce non carica velocemente, l’utente quasi sicuramente abbandonerà la pagina e si rivolgerà a un concorrente;
  • il processo d’acquisto: deve essere snello, semplice, veloce, deve avvenire in pochi passaggi e invogliare, così, all’acquisto.

#4. L’e-commerce deve offrire all’utente un’esperienza di navigazione soddisfacente e sorprendente

L’esperienza di navigazione del tuo e-commerce riguarda l’avventura, le emozioni e le sensazioni che sei capace di far vivere all’utente. A determinare la User Experience di un sito web sono molti fattori: l’usabilità, la navigabilità, la velocità, il design, la funzionalità, la completezza, la credibilità, l’interattività e la personalizzazione. Vuoi approfondire nel dettaglio tutti questi aspetti? Leggi il post User Experience del sito web: cos’è e le 11 caratteristiche che deve avere.

#5. Promuovi le landing page dei prodotti del tuo e-commerce

Promuovere le landing page dei tuoi prodotti significa promuovere direttamente i tuoi prodotti o la loro categoria merceologica e fare in modo che gli utenti che si rivolgono a Google alla ricerca di qualcosa approdino direttamente sulla pagina in cui tu offri loro ciò che desiderano. Non giungeranno, quindi, prima sulla homepage del tuo sito e da qui dovranno poi cercare ciò di cui hanno bisogno, magari scoraggiandosi e abbandonando il tuo e-commerce. Risultato? Avrai ridotto la frequenza di rimbalzo e i tassi di abbandono e avrai incentivato gli acquisti.

#6. Il tuo e-commerce deve essere costruito nel rispetto delle tecniche SEO

Le tecniche SEO sono indispensabili per farti trovare nelle SERP dei motori di ricerca nel momento esatto in cui i tuoi potenziali clienti esprimono il loro bisogno concreto e sono, perciò, più propensi all’acquisto. Senza SEO tu e il tuo e-commerce non esistete.

Leggi anche: A cosa serve la SEO.

#7. Il tuo e-commerce deve essere trovato

Appunto, se il tuo e-commerce non è capace di farsi trovare, è come se neppure esistesse. In che modo puoi farti trovare? Ecco gli strumenti e le tecniche su cui l’e-commerce deve fare affidamento per avere visibilità:

  • strategie SEO;
  • promozione a pagamento su Google e sui social network;
  • attività di Digital PR;
  • Social Media Marketing;
  • Blogging;
  • E-mail marketing.

#8. Il tuo e-commerce deve essere mobile friendly

Il tuo e-commerce deve avere un layout capace di adattarsi alla navigazione da dispositivi mobile e deve esser capace di offrire un’esperienza impeccabile anche agli utenti che non navigano da pc e che sono in grande crescita, di giorno in giorno. Ma c’è un altro motivo per cui è necessario che il tuo e-commerce sia mobile friendly: Google penalizza i siti web che non lo sono.

#9. Prima di costruire il tuo e-commerce studia le ricerche di mercato

Le ricerche di mercato sono indispensabili per conoscere il tuo target di riferimento, i bisogni che puoi soddisfare e il modo in cui puoi riuscirci. Conoscere mercato, target e bisogni è la base da cui partire per costruire la tua offerta, il tuo e-commerce e anche le tue strategie di marketing e di comunicazione.

Leggi anche: E-commerce di successo: l’immedesimazione è la tua carta vincente.

#10. Coinvolgi i clienti e i potenziali clienti

I tuoi clienti e i potenziali tali devono sentirsi parte attiva e importante della tua vita, devono sentirsi come parte di una grande famiglia che li accoglie, li tiene in considerazione e che reputa fondamentali la loro presenza e la loro opinione. Coinvolgi attivamente i tuoi potenziali clienti, questo li indurrà a fidarsi di  te e ad acquistare; quanti ai clienti che hai già acquisito, questo li fidelizzerà e li incoraggerà a divenire tuoi clienti nel lungo periodo. In che modo puoi coinvolgerli? Attraverso le comunicazioni e le iniziative sui tuoi canali social, chiedendo loro di lasciarti un feedback o una recensione, intervistandoli, coinvolgendoli in simpatici giochini e iniziative.

#11. Il prezzo deve essere quello giusto

Un prezzo troppo alto, così come uno troppo basso può compromettere definitivamente le vendite del tuo e-commerce. Infatti, un costo eccessivamente gonfiato è percepito come ingiusto da parte del tuo potenziale cliente, che si sentirà preso in giro e abbandonerà te e il sito web. D’altro canto, un costo eccessivamente basso impedisce all’utente di percepire il reale valore della tua offerta. Insomma, il costo deve essere quello giusto.

#12. Usa con attenzione il retargeting o remarketing

Considera che solo una piccolissima percentuale dei tuoi utenti acquista alla prima visita, tutti gli altri abbandonano il tuo e-commerce senza procedere allo shopping. In che modo puoi raggiungerli anche dopo che avranno abbandonato il tuo sito web? Grazie al remarketing (o retargeting), che sfrutta una tecnologia basato sui cookies e che consente di rendere visibile il tuo brand e i tuoi prodotti a chi ha visitato il tuo sito e-commerce. Si tratta di un pixel (o codice) che si inserisce nel sito internet e che ti permette di individuare le persone che escono dal tuo e-commerce senza effettuare l’azione che tu desideri (acquisto, iscrizione alla newsletter, ecc.) e di raggiungerli poi in seguito grazie alla campagne di advertising su altri canali digitali, Google AdWords e Facebook ADS su tutti.

#13. Un e-commerce funziona se studi offerte e promozioni personalizzate

Vuoi che il tuo e-commerce abbia lunga vita? Devi offrire continuamente offerte, promozioni e sconti personalizzate, strategicamente pensate sulla base delle esigenze e dei gusti che i tuoi clienti hanno manifestato. Questo avrà due vantaggi: li farà sentire importanti e li incoraggerà concretamente ad acquistare.

#14. Offri un servizio di assistenza post-vendita organizzato, puntuale e soddisfacente

Il servizio post-vendita è un aspetto fondamentale per convincere i tuoi utenti all’acquisto. Quel che devi fare è:

  • garantire assistenza a chi ne ha bisogno, meglio se 7 giorni su 7;
  • gli operatori del Customer Care devono rivolgersi con cortesia e disponibilità:
  • gli operatori del Customer Care devono esser capaci di risolvere i problemi degli utenti, in modo concreto, rapido e veloce;
  • le risposte non devono mai essere tardive;
  • le politiche di restituzione e di reso devono essere chiare e ben definite.

#15. Non dimenticare che il tuo e-commerce ha bisogno di una Exit Lightbx

La Exit Lightbox è una finestra di dialogo che si apre quando il tuo utente sta per uscire dall’e-commerce senza aver acquistato. E’ la tua ultima chiamata all’azione, il tuo ultimo tentativo di non perderlo. Qui è dove chiederai al tuo potenziale cliente di iscriversi alla tua mailing list per ricevere informazioni, notizie, sconti e offerte e, magari, in cambio del suo indirizzo e-mail potrai offrirgli proprio una promozione sul suo primo acquisto.

 

Vuoi realizzare un sito e-commerce capace di vendere? Hai bisogno di migliorare il tuo e-commerce, le strategie di vendita e di promozione?



Come possiamo aiutarti?



Write a Comment

Shares